Gabriele Petrone

100 anni di comunisti in Italia…

La prima tessera del Partito Comunista d'Italia

La prima tessera del Partito Comunista d’Italia

Cento anni fa a Livorno i delegati della frazione comunista del Congresso socialista davano vita al Partito Comunista d’Italia, Sezione dell’Internazionale Comunista o Terza Internazionale. Il PCdI, e dopo la svolta togliattiana Partito Comunista Italiano, nasceva da una scissione nel quadro del grande movimento mondiale originato dalla Rivoluzione d’Ottobre in Russia nel 1917. In Italia, stremata dalla guerra, già imperversava la violenza fascista. In Parlamento e nel Paese i socialisti erano primo partito ma immobilizzati in una linea verbosamente rivoluzionaria priva di sbocchi. Una fondazione, dunque, in uno dei momenti più bui e difficili della storia italiana e mondiale. I comunisti italiani avranno una storia gloriosa nella lotta al fascismo, nella costruzione della democrazia e nella emancipazione delle classi popolari. Una storia che va discussa e approfondita. E mai dimenticata…

Addio compagno Macaluso…

Emanuele Macaluso

Se ne è andato Emanuele Macaluso, un altro grande della storia della sinistra italiana. Comunista, riformista, meridionalista. In questi tre aggettivi c’è l’uomo, l’intellettuale, il dirigente politico. Anche negli ultimi anni la sua voce critica non aveva cessato di metterci in guardia sui pericoli del populismo e del giustizialismo. Addio, compagno Macaluso…

Sarà così, se non si dà priorità alla scuola…

 

Vignetta sul destino della scuola

Vignetta sul destino della scuola

La mancanza della scuola in questi mesi sta producendo danni profondi. La vignetta è forse esagerata ma rende bene l’idea di ciò che potrà succedere se non diamo priorità alla scuola. Senza scuola un Paese muore, e per la scuola non ci sono “ristori” che tengano…

2021, Un anno davvero di speranza…

Immagine Buon 2021 a tutti

Ci lasciamo alle spalle un anno davvero orribile. Oltre a togliere la vita a tanti, soprattutto ai più anziani e ai più deboli, questo virus lascia macerie profonde nella nostra vita. Ci ha colpito in una cosa che davamo per scontata, il diritto allo stare insieme, alla socialità, alla gioia di condividere abbracci e sorrisi. Senza contare la gravissima crisi economica e sociale che sarà dura superare. Ma il 2021 si apre con la speranza del vaccino. La scienza viene in aiuto all’uomo come è avvenuto in altri momenti della nostra storia. Per questo la speranza non è solo legittima ma un obbligo vitale. Un grande abbraccio a tutti e buon 2021.

Buon Natale di sole cose buone…

Buon Natale 2020

Questo Natale voglio pensare, più che gli altri anni, solo a cose buone. Al sorriso dei miei familiari, dei miei amici, dei miei studenti, alla gioia degli abbracci negati che ritorneranno, alla forza delle idee che potrà finalmente esprimersi guardandoci negli occhi, a tutto ciò che oggi all’Umanità è negato o si è negato. Buon Natale a tutti, amici miei…

Un grande abbraccio, cara Toniella…

Toniella De Rose

Toniella De Rose

Ho appreso pochi istanti fa della scomparsa di Toniella De Rose. Toniella era una mia amica affettuosa e sincera, compagna di militanza dai tempi del PCI. Era stata sindaco del suo comune, Fagnano Castello, dirigente politica attiva e generosa, stimata da tutti. L’avevo ritrovata come collega al Liceo Classico di Fagnano, anche in quella veste sempre in prima linea e con il suo splendido sorriso che offriva a tutti. La malattia se l’è portata via troppo presto ma lascia un patrimonio inestimabile di valori e di ricordi. Un grande abbraccio Toniella a te e ai tuoi. Ti vorremo sempre bene…

Domenica 20 dicembre Assemblea online del Circolo PD “Centro Storico e Frazioni”

Assemblea del Circolo PD Centro Storico e Frazioni

Domenica 20 dicembre alle ore 16,00 Assemblea online del Circolo PD “Centro Storico e Frazioni” di Cosenza. All’ordine del giorno: Situazione politica cittadina e regionale. Tesseramento 2020. Il link per il collegamento sarà inviato a partire dalle ore 15,30.

Maradona: resterà la leggenda…

Diego Armando Maradona

Diego Armando Maradona

Non so se sei stato il più grande calciatore di tutti i tempi, non saprei valutare. Di certo sei stato un genio ribelle, estroso, guascone e garibaldino a volte. Sei stato anche capace di interpretare l’identità di una intera e straordinaria città che non era la tua, Napoli. Hai lasciato dietro di te una grande traccia. E la tua scomparsa prematura e inattesa lascia un grande vuoto. Ci sono persone di cui sopravvive solo la leggenda. Così sarà di te…

Crisi sanitaria e crisi calabrese: è venuto il momento di tagliare i nodi irrisolti

Immagine corona virus

Articolo su Il Quotidiano del 25 novembre 2020.

La crisi globale che stiamo vivendo imporrebbe riflessioni più stringenti e profonde di cui si stenta a trovare le tracce nel nostro dibattito pubblico. È il problema che abbiamo di fronte in Italia e in Calabria che è diventata, suo malgrado, il punto più emergente di questa crisi sotto tutti i punti di vista: sanitari, politici, istituzionali, economici e sociali. Vengono al pettine nodi irrisolti da decenni. La sanità ne rappresenta, forse, l’esempio più eclatante. Il governo di questo importante settore è, infatti, affidato da più di un decennio, a commissari che hanno imposto un regime di tagli lineari che non solo non hanno ridotto il debito pregresso (anzi lo hanno aggravato) ma hanno ridotto di molto i livelli essenziali di assistenza con il risultato che è aumentata vorticosamente la mobilità passiva, i viaggi della speranza, per arricchire, così, la sanità di altre regioni. Un discorso di verità su questo tema sarebbe dunque auspicabile ma prevale, invece, la polemica scomposta e di posizionamento in vista delle elezioni regionali. C’è certamente una responsabilità di una parte classi dirigenti calabresi che, invece di porsi il problema di dare una risposta alla crisi, hanno preferito giocare di sponda una partita subalterna a schemi romani per spartirsi le poche briciole che cadevano da mense alle quali non erano neppure stati invitati. Questo è il punto e ciò imporrebbe una classe dirigente degna di questo nome; su questo terreno dovrebbe misurarsi il confronto politico in Calabria. È del tutto evidente che ora il nodo va tagliato. A questo si deve aggiungere un impegno straordinario sul terreno economico e sociale che consenta di trasformare la crisi in atto in un quadro di opportunità che si misuri sulla sfida dello sviluppo. Anche e soprattutto così si batte la criminalità organizzata che invece impera nella confusione e nella miseria politica, economica e sociale.

Il Quotidiano del 25 novembre 2020

Il Quotidiano del 25 novembre 2020

 

Commenti
    Archivio